Post in evidenza

In attesa della presentazione pubblica, ancora informazioni sull'ECat QuarkX

Nessuna data ancora certa per una presentazione pubblica del modello 'QuarkX' del dispositivo ECat, che probabilmente renderà obsole...

lunedì 29 febbraio 2016

ECat-X: la nuova versione dell'ECat produce direttamente energia elettrica.

Da pochi mesi Andra Rossi ha diffuso parziali notizie sulla nuova versione del dispositivo ECat (denominata ECat-X) che sarà in grado di produrre direttamente energia elettrica oltre che calore.

Le notizie sono state diffuse finora in modo non sistematico e in prevalenza con risposte, date dallo stesso Andrea Rossi, a specifiche domande di interessati.

Vediamo cosa è emerso finora (alcune delle affermazioni sono da intendersi come delle possibili linee di sviluppo della tecnologia, fintantoché non verrà prodotta una unità per il mercato, dopo la R&D in corso):
  • L'ECat-X produce calore (come l'ECat), e contemporaneamente energia elettrica
  • Nuovi materiali sono stati sviluppati e testati per resistere alle alte temperature che possono essere sviluppate 
  • "Potrebbe causare una rivoluzione, anche se è totalmente coperto dal brevetto USA che già abbiamo, cosa che rende tutto più semplice; lo ho disegnato per rispettare perfettamente il brevetto USA)". 
  • Potrebbe avere applicazioni anche nella industria automotive
  • Potrebbe essere ridotto (miniaturizzato) per produrre energia per piccoli dispositivi mobili.
  • La potenza erogata può essere regolata (con veloce risposta del dispositivo)
  • Richiede attualmente una sorgente esterna di energia, ma con un COP molto alto.
  • Il rapporto tra calore e elettricità prodotta può essere regolato
  • I 'wafer' sotto la cui forma si presenta l'ECat-X possono essere miniaturizzati. La tecnologia utilizzata per produrli è simile a quella utilizzata per produrre componenti microelettronici
  • Dimensionando il reattore per produrre 20KW, le sue dimensioni sono analoghe a quelle di un pacchetto di sigarette col peso di 300-400 grammi. (più gli apparati per l'utilizzo/trasformazione dell'energia prodotta)
  • La sua fase di sviluppo è ancora la R&D. Troppo presto per parlare di produzione industriale
Ricordo che invece la versione 'tradizionale' dell'ECat potrebbe essere in produzione entro l'anno (quantomeno per gli impianti industriali)


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono moderati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...